Alcune foto sono coperte da Copyrigth ed è vietata pertanto la riproduzione anche parziale
  • Twitter Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • LinkedIn Social Icon

© 2017 created with Wix.com

COLONNE SONORE

  • 2004

  • Ecuba- il film

Un film di Giuliana Berlinguer e Irene Papas

con

Irene Papas - Ecuba
Cristina Spina - Polissena
Luca Biagini - Taltibio
Armando De Ceccon - Ulisse
Paolo Cosenza - Agamennone
Maurizio Donadoni - Polimenstore

Tiziana Bagatella - Ancella

Fotografia di Marco Carosi

Montaggio di Carlo Valerio

Scenografia di Santiago Calatrava

Costumi di Marina Karella

Musiche di  Vangelis

Direzione e adattamento musicale Stefano Marcucci

 

Regia: Giuliana BerlinguerIrene Papas


Anno di produzione: 2004
Durata: 84'
Tipologia: lungometraggio
Genere: drammatico/teatrale
Paese: Italia
Produzione: Luna Rossa Cinematografica
Distributore: Istituto Luce
Data di uscita: n.d.
Formato di proiezione: 35mm, colore
Vendite Estere: Adriana Chiesa Enterprises
Titolo originale: Ecuba

L FILM E' STATO GIRATO NEL CORSO DI CINQUE RAPPRESENTAZIONI DELLA TRAGEDIA, AVVENUTE ALL'UNIVERSITA' DI TOR VERGATA.- PRESENTATO AL FESTIVAL DI TAORMINA 2005.



Sinossi: Sulle coste della Tracia giace il corpo del piccolo Polidoro, figlio di Priamo ed Ecuba, ucciso per rapina dal re tracio Polimestore cui era stato affidato dai genitori. Ecuba, ignara, supplica Ulisse perché la figlia Polissena non venga sacrificata sulla tomba di Achille. Il sacrificio, però, si compie e un' ancella, sulle rive del mare, trova il cadavere di Polidoro. Intuendo il delitto di Polimestore, Ecuba prega Agamennone di non opporsi ai suoi piani di vendetta e attira Polimestore con i due figli nella sua tenda, dove uccide i bimbi e acceca il re della Tracia.

Ambientazione: Roma

Libro sul film "Ecuba":
"Ecuba"
di Euripide, 301 pp, collana Classici greci e latini, 2010
In questa tragedia inquietante ed esemplare, ambientata sulle spiagge del Chersoneso tra la flotta greca di ritorno da Troia, una sconvolgente violenza femminile sembra dominare la scena. Prigioniera dell'esercito greco, un tempo regina di Troia, Ecuba sopporta l'estremo orrore: il duplice omicidio dei figli. La madre assiste impotente al sacrificio della figlia Polissena, tributo di sangue chiesto dal "fantasma" di Achille. Ma scopre anche che il figlio Polidoro, apparsole in sogno, è stato ucciso da Polimestore, il re di Tracia a cui era stato affidato da bambino. Con furia eroica, la sovrana compirà una vendetta terribile, uccidendo i figli di Polimestore e accecandolo, come in un eterno esilio. Alla fine, Ecuba accetterà di essere trasformata in una "cagna dagli occhi di fuoco", secondo una oscura profezia di Dioniso. L'ampia introduzione analizza il nesso tra giustizia, punizione e vendetta, inestricabilmente legate in un mito carico di orrore, che ha ispirato Virgilio, Ovidio, Dante e Shakespeare.
prezzo di copertina: 8,90

 


 

Cosa hanno detto di noi - Regia di Giuliana Berlinguer