Alcune foto sono coperte da Copyrigth ed è vietata pertanto la riproduzione anche parziale
  • Twitter Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • LinkedIn Social Icon

© 2017 created with Wix.com

1978

  • Accademia Ackermann

di G.Sepe - 
Debutto: Spoleto - 21 Festival dei Due Mondi - Teatrino delle Sei - 28 giugno 1978

Regia di Giancarlo Sepe

con:
Sofia Amendolea
Remo Girone
Franco Cortese
Massimo De Paolis
Nicola D'Eramo
Massimo Milazzo
Daniela Piacentini
Paolo Pigozzi
Roberta Reim
Pino Tufillaro
Valeria Sabel
Victoria Zinny

 

 

Scene e Costumi: Uberto Bertacca
Musiche di: Stefano Marcucci

Regia di Giancarlo Sepe



1 ripresa Teatro La Comunità - Roma autunno 1978 

con

Sofia Amendolea
Paolo Pigozzi
Franco Cortese
Massimo De Paolis
Nicola D'Eramo
Luca Biagini
Massimo Milazzo
Daniela Piacentini
Roberta Rem
Maria Elena Viani
Pino Tufillaro
Vittoria Zinny


tournée con:
Anna Menichetti


Edizione 1983 con:


Beatrice Palme
Claudia Della Seta
Leandro Amato


Riallestimento stagione 1993 - Teatro LaComunità - Roma
con:
Victoria Zinny
Luca Biagini
Massimo Milazzo
Pino Tufillaro
Leandro Amato
Simona Celi
Luca Dresda
Carmen Giardina
Biancamaria Lelli
Paola Marinozzi
Giancarlo Teodori
Gianfranco Vergoni



aiuto regia: Mirta Pepe
Aiuto Scenografo: Ennio D'Alessandro
Aiuto Costumista: Grazia Alfonsi
Elettricista: Sergio Visalli
Fonico: Massimo Martini
Capo Macchinista: Pietro Pignotta
Sarta: Jolanda Capparucci
Amministrazione: Daria Donati
Scene O.S.M.A. s.p.a 
Sartoria BI.MI
Calazature: Arditi


Ufficio Stampa: Gianna Volpi
Foto: Tommaso Le Pera
Organizzazione: Vincenzo Sepe

Accademia Ackermann - Il corpo
  • Capitano Ulisse

di Alberto Savinio 

Riduzione di Ubaldo Soddu

Il Gruppo libero di Bologna:

Prima rappresentazione Genova, Festa dell'Unità, 2 settembre 1978.

con:


Cristina Zanoni
Vittorio Viviani
Fabio Romano
Bianca Pirazzoli
Arnaldo Picchi
Claudia Palombi
Lorenzo Minnelli
Renzo Morselli
Mara Mazzucchini
Mario Chiappuzzo


Musiche originali: Stefano Marcucci
Movimenti coreografici: Roy Bosier
Costumi: Laura Sassoli
Tecnici: Daniele Dainelli, Giorgio Buffa
Attrezzeria: Piero Landi


Regia:Arnaldo Picchi



CAPITAN ULISSE

Alberto Savinio, fratello di Giorgio De Chirico, fu scrittore, poeta, musicista e autore di teatro di eclettica versatilità e intelligenza. Dalle prime esperienze letterarie al tempo della Ronda egli sviluppò in seguito una tendenza per uno stile "novecentista". E a un tono metafisico e surrealista egli unì anche una fedeltà d’ispirazione per i miti greci. 
Capitan Ulísse pubblicato nel 1934, ha appunto i molteplici caratteri della sua arte: è fantasia, a volte gioco intellettualistico, scomposizione e analisi dell'uomo in una continua ricerca razionalistica.
Arnaldo Picchi che l'ha portato in scena interpretato insieme al suo "Gruppo teatrale bolognese" di sperimentazione, ne ha conservato opportunamente il complesso senso originale affidandolo soprattutto ai movimenti mimici e ai gesti simbolici. Spettacolo interessante e intelligente in cui si alterna un ritmo ora concitato, espresso sia nei dialoghi sia nei movimenti, ora diluito e rarefatto in movenze lentissime che rendono una sorta di plastica ieraticità. 
Il viaggio di Ulisse è realizzato attraverso gli incontri-addio con le donne: Circe, Calipso Nausicaa, Penelope, in quadri che si differenziano per interpretazione stilistica. Prevale la suggestione visiva come nel muoversi ritmico di Circe con il lungo drappo nero sul fondo dei palcoscenico, o nella comica allusività della strage dei Proci vista come regolamento dei conti tipo gangster 1930.
Ulisse è personaggio problematico, eroe moderno colto spesso con ironico distacco in un tentativo di autoanalisi. Il suo linguaggio è a volte balbettante a volte ridotto a suoni. Un esperimento questo di Arnaldo Picchi e del suo gruppo, ricco di proposte stimolanti, particolarmente efficaci sul piano intellettuale, notevole ricerca di un’espressione scenica originale e composita. L'interpretazione dello stesso Picchi e della compagnia ha dato prova di impegno e buon affiatamento. Un contributo essenziale all’azione scenica hanno dato la musica creata da Stefano Marcucci e il movimento coreografico curato da Roy Bosier. Il testo è stato ridotto da Picchi con la collaborazione di Ubaldo Soddu.

ETTA CASCINI (Sipario – Anno XXII n°390 – novembre 19789

  • Il Matrimonio

di Nicolaj Gogol'

Produzione: La Compagnia coop. Dell'Atto
Prima rappresentazione: Teatro Valle - Roma, venerdi 6 ottobre 1978

con:

Paola Bacci
Adriana Innocenti
Raffaella Panichi
Renato Campese
Corrado Olmi
Remo Foglino
Aldo Miranda
Roberto Antonelli
Saverio Moriones


Musiche: Stefano Marcucci
Scene e costumi: Uberto Bertacca


Regia: Giancarlo Sepe

Assistente scenografo: Pasquale Germano
Realizzazione scene: Scenografia Oggi
Direttore tecnico: Sergio Sabino
Realizzazione costumi: BI.MI.
Parrucche: Rocchetti
Calzature: Pompei
Attrezzeria: Rancati
Luci: Vinicio Cheli
Macchinista: Antonio Manieri
Sarta: Antonella Rapità
Materiale elettrico: NIT
Organizzazione: Gianna Anselmi

 

Adriana Innocenti
Il matrimonio - Tema
Il matrimonio  - Canzone
  • La fanciulla del West

Compagnia il Cigno,

 

di M. Garroni e G. Lombardo Radice

 

 

con

Saverio Marconi

 

 

Musiche di Stefano Marcucci

 

regia Giovanni Radice Lombardo

  • Terrore e miseria del Terzo Reich

di Bertolt Brecht 

Debutto: Teatro Argentina di Roma - lunedì 30 ottobre 1978 ore 21


con:
Rosa Di Lucia
Ivo Garrani
Loris Peota
Gabriele Villa
Antonio Cascio
Relda Ridoni
Claudio Sora
Stefano Lescovelli
Adele Pellegatta
Anna Maestri
Vittorio Congia
Toni Ucci
Francesco Calogero
Stefano Angelone
Ernesto Colli
Maurizio Mattioli
Monica Ferri
Gianfranco Cercone
Marika Ferri

TraduzioneEmilio Castellani,
Federico Federici

RiduzioneLuigi Squarzina

RegiaLuigi Squarzina

Regista assistenteGianni Fenzi

Assistente alla regiaAdriano Dallea

Scene e costumiUberto Bertacca

MusicheStefano Marcucci

Movimenti mimici e coreograficiAngelo Corti

ProduzioneTeatro di Roma

Terrore e miseria del Terzo Reich -La Canzone delle S.A.